Evgenij Aleksandrovitch Evtuschenko

 - a questa immagine e' collegata l'immagine
ingrandita
Evgenij Aleksandrovitch Evtuschenko, discendente (quarta generazione) di Ukraini esiliati in Siberia, è nato il 18 luglio 1933 a Zima Krasnojarskoi oblasti. Suo padre era geologo, ma per tutta la vita scrisse poesie e insegnò al figlio ad amare la poesia.

Ha visstuto a Mosca dal 1944, dove ha studiato all'istituto Gorkij di letteratura da 1951 a 1954.
Nel 1948 ha accompagnato suo padre nelle spedizioni geologiche in Kazachstan e sui monti Altai nel 1950. Ha raggiunto la fama internazionale nel 1961 con Babi Yar, in cui ha denunciato il Nazismo e l'anti-Semitismo russo. Il poema non è stato pubblicato in Russia fino al 1984

Gli eredi di Stalin (1961), pubblicati presumibilmente con approvazione del partito sulla Pravda, non furono ripubblicati fino al 1987.

Le richieste di Evtuschenko di una più grande libertà artistica ed i suoi attacchi allo Stalinismo ed alla burocrazia verso la fine degli anni 50 e di 60 lo hanno reso una guida della gioventù sovietica. Gli è stato permesso di viaggiare ampiamente nell'ovest fino al 1963. Ha poi pubblicato un'autobiograia di Precocious in inglese ed i suoi privilegi e favori sono stati ritirati, ma sono stati ristabiliti due anni più tardi.

Evtushenko nel 1972 ha guadagnato un successo enorme con Sotto la pelle della statua della libertà. Dagli anni 70 è stato attivo in molti campo della cultura, scrivendo romanzi, nel campo cinematografico e nella fotografia. Inoltre è rimasto politicamente indipendente ed ha sostenuto Solzhenicyn nel 1974 quando il vincitore del Nobel è stato arrestato ed esiliato.
Nel 1989 Evtushenko ha fatto parte del congresso. Dal 1990 è vice presidente della PENNA russa. Nel 1987 è stato nominato membro onorario dell'Academy americana delle arti e delle scienze.

Dopo Gorbatchev Evtushnko ha pubblicato molti poeti nel giornale Ogonek. Ha sollevato la consapevolezza del pubblico sull'inquinamento del lago Baikal e quando il comunismo è caduto si è adoperato per ottenere un monumento alle vittime della repressione di Stalin, di fronte a Lubianka, sede del KGB.


indice poeti e scrittori

pagine scritte e curate da Michal Maruska & Elisabetta de Carli Maruskova.
home page agenzia matrimoniale